Il Budo Taijutsu

L’addestramento nella Bujinkan è comunemente denominato Taijutsu (体術) è un termine che fa riferimento alle tecniche che si basano sui movimenti del corpo. Si compone di tecniche “a mani nude” o uso delle armi.

Gran parte del Taijutsu di base proviene da sei delle nove ryūha ovvero: Kotō-ryū, Gyokko-ryū, Shinden Fudō-ryū, Takagi Yōshin-ryū, Kuki Shinden-ryū e Togakure-ryū.

Tra le armi utilizzate troviamo le spade (tra le quali Daito, Wakizashi, Tanto, Shinai di bambù, Bokken, etc.), bastoni di varie lunghezze (Bō, Jō, Hanbō, Hanjo/Hanjō), corda, Kusari (catena), Kusarigama (falce con catena), Yari, Kamayari, Bisento (simile a Naginata), Kyoketsu shoge, Jutte, Tessen, Naginata, Kunai, Shuriken di varie forme compreso Boshuriken e Senban Shuriken.

Le grandi potenzialità di questo stile sono state ampiamente testato nei campi di battaglia del periodo feudale giapponese. La grande tecnica che costituisce questo metodo anche se con grandi antiche radici si è evoluto nel tempo costituendo un metodo di difesa personale di grande livello.

La flessibilità dei suoi movimenti e la grande varietà di tecniche sono il vero successo di un metodo che si adatta a qualsiasi praticante riuscendo ad essere punto di riferimento di molti corpi militari che lo adottano come addestramento operativo.

Il Ninjutsu  

È una Arte Marziale originaria per circostanze e necessità di alcune famiglie che lottavano per la loro libertà e per la propria difesa della propria dimora. È anche conosciuto come l’Arte dell’Invisibilità. In un senso più ampio il Ninjutsu comprende il controllo del corpo, la mente e lo spirito, in una trinidad chiamato Sanshin.

Chi praticava questa arte marziale erano conosciuti come Ninja.  La parola “Ninja” è in realtà una parola recente. Le origini risalgono da quando l’Imperatore Jimmu Tenno, leggendario primo imperatore del Giappone regnò seicento anni prima che Cristo nascesse, formò la sua corte imperiale ed ebbe al Giappone sotto il suo dominio, questo fu scritto in antiche scritture.

I Ninja ebbero parte attiva alla corte di Jimmu. Il ninja ebbe un ruolo importante nella formazione della nazione Giapponese.  I Ninja col passare del tempo sviluppò un sistema di combattimento anticonvenzionale, trovando finalità agli attrezzi che abitualmente utilizzavano nei suoi lavori.
L’Arte di difesa Ninja, più che un metodo di combattimento è un cambiamento totale di coscienza che ha influenza sulle situazioni alle quali  affronta, no-solo nel combattimento, bensì nella vita stessa. Il Ninja passava soke hatsumisolamente all’azione per l’amore alla famiglia, alla comunità e per suo peculiare e personale senso di responsabilità e giustizia universale.

Per sviluppare questa visione è necessario capirsi a sé stesso, e dopo fare estensibile questa comprensione agli altri esseri. In essenza, il Ninjutsu è composto più che per un insieme di tecniche, per una serie di sentimenti che affluiscono del cuore.

Ci sono molte teorie circa i predecessori del ninja. Si dice che ebbero il suo principio coi monaci Shinto o i sacerdoti Buddisti. Molti professori stanno investigando che teoria è corretta. È un fatto che molti Bushi, soldati o guerrieri, e ma particolarmente fuggitivi, disertori di guerre?) si trasformarono in Ninja. Il Ninja ricevette varie influenze del Samurai che non erano proprietari terrieri o capi di famiglie Samurai, stranieri, tali come Cina o Corea che dopo si fecero giapponesi naturalizzati, di monaci e sacerdoti che andarono in Cina a cercare la conoscenza, spesso mistica, e dopo ritornarono in Giappone, Yamabushi (apprendisti dello Shugendo).

I Ninja fanno parte di una storia del Giappone a volte dimenticata, compreso per gli stessi giapponesi. Ninja che letteralmente vuole dire persone che perseverano, resiste e hanno pazienza, mantennero con tanto successo le sue tradizioni in secondo piano della Storia che quasi sparirono con essi.
Benché la sua filosofia e tradizione ha più di 3000 anni di antichità, il Ninjutsu fiorì durante il periodo della storia giapponese che abbraccia i secoli XIV e XVII. essendo questo l’apogeo delle sue tecniche.

Anticamente i Ninja usavano armature nei campi di battaglia, differenti alle armature che usava il samurai. Queste armature erano rinforzate con anelli  stile di maglia usata anche all’epoca in Europa dai guerrieri.
Quando cautamente il Ninja sfuggiva in territorio nemico, usava il “shinobi shozoku”, equipaggiamento ninja. Questo era di un colore che di notte si mimetizzava, spesso un marrone giallognolo. La parte posteriore e la parte anteriore, potrebbe essere anche la parte di dentro e quella di fuori, del capo d’abbigliamento avevano differente colore, così era reversibile, probabilmente per differenti tipi di terreno, come il camuffamento moderno. I colori comuni erano i marroni giallognolo ed il nero rossiccio.

Attualmente si usa per allenamento la giacca incrociato chiamato Uwagi, i pantaloni Shinobi Hakama, polsini chiamati Tekko, le ghette per cingere i pantaloni Kyahan, nei piedi si impadroniscono i Tabi (calzini grossi), e finalmente Obi o cintura. In complesso l’abito si denomina Ninja Gi.
Benché molto di quello che arriva ad oggigiorno sono leggende, folclore e miti dell’antichità, la gente tende a dimenticare che tutto questo basato nella realtà, e che i Ninja esistettero e furono esseri umani con poteri e tecniche meravigliose.
Quando gli storiografi attuali tentano di comprendere i testi antichi dei Ninja, è fatto loro molto difficile poiché sono scritti in un linguaggio o codice abbastanza complesso. Senza alcun dubbio questo alimenta lo stereotipo popolare del Ninja nei tempi attuali.

Attualmente, possiamo trovare l’erede di queste antiche tradizioni marziali. Un dottore di medicina fisioterapéutica, artista, pittore tra altre cose più.
Il Dr. Masaaki Hatsumi ha ricevuto 9 tradizioni marziali antiche del Ninja, dal suo maestro Takamatsu Toshitsugu. All’essere l’erede di queste scuole ricevette il titolo di Sôke (Gran Maestro).

Il sistema Bujinkan Budô Taijutsu, questo composto per nove stili differenti di Arti marziali tradizionali Giapponesi, avendo la più antica di esse ma di 900 anni.
Ognuna di queste scuole possiede caratteristiche differenti nell’ambito tecnico e nell’ambito filosofico, ma stando tutte queste in quello che si denomina Budô Taijutsu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: